+
Le garanzie legali nella compravendita di cavalli Home / Approfondimenti / Le garanzie legali nella compravendita di cavalli

Le garanzie legali sono le garanzie dovute dal venditore al compratore in base alla legge o agli usi locali applicabili. Queste garanzie sono dovute anche in assenza di un accordo espresso tra le parti. Il contenuto e l’ampiezza di queste garanzie è diverso secondo che il compratore sia un professionista o un consumatore.

Quando il compratore è un professionista, il venditore è tenuto a garantire che il cavallo venduto non sia affetto da vizi redibitori e sia provvisto delle qualità promesse o essenziali all’uso cui il cavallo è destinato. Distinto dall’obbligo di garanzia è l’obbligo del venditore di non consegnare un cavallo diverso da quello promesso (aliud pro alio datum). Tuttavia, la distinzione tra garanzia contro i vizi e mancanza di qualità e obbligo di non consegnare un cavallo diverso è resa difficoltosa dal fatto che secondo la giurisprudenza la consegna di un cavallo diverso da quello promesso può sussistere anche quando il venditore abbia consegnato il cavallo promesso, ma questo sia affetto da vizi talmente gravi o sia mancante di qualità talmente essenziali sa far ritenere che il cavallo sia essenzialmente “diverso” da quello promesso (anche se materialmente identico). In molti casi quindi la distinzione tra vizio e mancanza di qualità, da una parte, e consegna di un bene diverso, dall’altra parte, dipende solamente dalla gravità del vizio o della mancanza di qualità. D’altra parte, questa distinzione è di fondamentale importanza dal momento che il compratore che ha ricevuto in consegna un cavallo diverso da quello promesso non è soggetto al brevissimo termine di decadenza per la denuncia del vizio e può agire in giudizio entro un termine di prescrizione molto più lungo.

Quando il compratore è un consumatore, il venditore è tenuto a garantire che il cavallo sia conforme al contratto. La nozione di conformità ricomprende le distinte nozioni di vizio redibitorio, mancanza di una qualità promessa o essenziale, consegna di un bene diverso da quello promesso (aliud pro alio). Di conseguenza la tutela del compratore consumatore è più omogenea. Essa non cambia in funzione del tipo di difetto del cavallo fatto valere nei confronti del venditore. Inoltre, le azioni del consumatore sono soggette a termini di decadenza e prescrizione più lunghi. Complessivamente, il compratore consumatore è tutelato in modo più favorevole rispetto al compratore professionista.

In caso di vendita internazionale di cavallo si applicano le disposizioni previste dalla Convenzione di Vienna sulla vendita internazionale di beni mobili. Queste disposizioni prevedono l’obbligo del venditore di consegnare al compratore un cavallo conforme al contratto. Anche in questo caso, come nella vendita al consumatore, le distinte nozioni di vizio redibitorio, mancanza di qualità promessa o essenziale e consegna di un bene diverso da quello promesso sono ricomprese nella nozione omnicomprensiva di conformità al contratto.